Il Dizionario - M


MADIERE
ossatura in legno posizionata trasversalmente alla chiglia; unendo due costole forma un'ordinata

MAESTRALE
vento che soffia da nord-ovest; chiamato anche col termine francese Mistral, soffia violento, specie durante il passaggio di una perturbazione, generando condizioni di mare assai dure per la navigazione

MAGLIA
anello di catena

MANICA A VENTO
presa d'aria collocata in coperta, dotata di cuffia girevole al fine di evitare l'entrata d'acqua sottocoperta

MANIGLIA
attrezzatura usata per unire due anelli dalla forma ad U e la cui apertura viene regolata da una copiglia avvitabile

MANO DI GRASSO
detta anche "mezza mano" perchè si riferisce alla parte più concava della randa, subito in prossimità del boma; prendere la mano di grasso significa togliere dall'area esposta al vento la parte più grassa, ovvero smagrire la randa

MANO DI TERZAROLI
una porzione Dlla randa (o anche dei fiocchi) che si può ammainare e raccogliere tenendola ben serrata con 1'ausilio di cimette dette matafioni Prendere i terzaroli (prima, seconda e a volte anche terza mano) significa ridurre progressivamente l'area della randa esposta al vento

MANOVRE CORRENTI
l'insieme delle cime utilizzate per issare e tesare le vele (scotte, drizze, amantigli, ecc)

MANOVRE DORMIENTI
I'insieme dei cavi (fissi e in tensione) che sorreggono l'albero (drizze, stralli)

MARCONI
attrezzatura velica così denominata perchè le imbarcazioni attrezzate con questo tipo di vele ricordavano le antenne della radio inventata dallo scienziato italiano: è l'attrezzatura usata su tutte le moderne imbarcazioni a vela

MARE AL GIARDINETTO
offrire all'onda il giardinetto della barca, ovvero mantenere una rotta tale che il mare sopraggiunga per 3/4 da poppa

MARE AL MASCONE
presentare alle onde il mascone, cioè mantenere una rotta tale che la barca avanzi e salga sul fronte d'onda in arrivo con un angolo di circa 45 gradi rispetto ad esso

MAREA
periodica variazione del livello del mare causata dall'attrazione di luna e sole combinata col moto terrestre

MARGHERITA, NODO
nodo utilizzato allo scopo di accorciare una cima così da evitare di tagliarla

MARINA
porto turistico attrezzato appositamente per le imbarcazioni da diporto

MARRA
uno dei bracci dell'ancora il cui scopo è di affondare nel terreno

MASCONE
parte prodiera (di dritta o di sinistra) della barca, subito a poppavia della prua

MASTRA
foro praticato sulla coperta o sulla tuga per far passare l'albero, che in questo caso si dice passante (con piede in chiglia)

MATAFIONE
cimetta utilizzata per legare la vela dopo aver preso una o più mani di terzaroli

MATT
fibra di vetro pressata a stuoia e utilizzata nella costruzione delle barche in vetroresina

MAY DAY
chiamata radio di richiesta di soccorso, normalmente sul canale 16 VHF; deriva dal francese "m'aider", aiutatemi

MEDA
segnalamento marittimo per avvisare di pericoli o per aiutare negli allineamenti

MELTEMI
vento prettamente estivo che spira da nord nella zona del Mare Egeo

MEOLO
sottile sagola fatta passare all'interno di una guaina cucita lungo la balumina; tesando o lascando il meolo è possibile evitare il fileggiare della vela o variare la sua concavità lungo la caduta poppiera

MERCATORE ( GERHARD KREMER )
geografo belga a cui si deve l'invenzione dell'omonima proiezione delle carte nautiche ancora oggi utilizzata

MERIDIANO
circolo massimo terrestre passante per i poli e perpendicolare ai paralleli (vedi anche Greenwich)

MERLINO
sottile cavo utilizzato per cuciture a mano

METTERE IN CHIARO
fare ordine; nel caso sia riferito ad una cima significa predisporla affinchè non si imbrogli durante una manovra

MEZZA MANO
vedi mano di grasso

MEZZANA
1albero situato più a poppavia di quello di maestra (vedi ketch); 2 randa inferita sull'albero di mezzana

MEZZO COLLO
dare volta a una cima facendogli fare un mezzo giro su se stessa, ad occhiello, così che il corrente passi sempre sotto e tenda ad autostrozzarsi; è la forma più semplice di nodo

MEZZO MARINAIO
lunga asta utilizzata nelle manovre di ormeggio per recuperare un cavo (mediante un gancio) o per allontanarsi (facendo forza sul puntale)

MIGLIO
misura di distanza: il miglio marino è la distanza equivalente a un primo di latitudine, cioè 1851,8 metri (il miglio terrestre è invece 0,869 miglia marine, cioè 1,609 chilometri)

MIKE
termine che rappresenta la lettera M nell'alfabeto fonetico internazionale ICAO

MILLIBAR
unità di misura della pressione atmosferica equivalente a 1000 dine per cmq

MIRAGLIO
struttura verticale aggiunta ad un segnalamento per renderlo più facilmente avvistabile

MISTRAL
1 vedi maestrale: 2 tavola a vela monotipo progettata da E Prade; classe olimpica dal 1996, misura m 3,80x068; superficie velica di mq 6

MOLLARE
allentare completamente la tensione su una cima o un cavo

MONOTIPO
serie di imbarcazioni identiche per misure e disegno le quali possono competere in regata senza la necessità di ricorrere ai tempi compensati

MORSE
alfabeto telegrafico inventato da Samuel Morse: il sistema si basa su di un insieme combinato di linee e punti in grado di rappresentare tutte le lettere dell'alfabeto

MORTAIO
vedi bussola

MOSCHETTONE
gancio apribile usato per incocciare una drizza o per ingarrocciare una vela: quello usato per il fiocco è chiamato garroccio

MOSTRAVENTO
vedi segnavento

MOTORSAILER
barca da diporto a vela dotata di un motore il cui numero di cavalli supera numericamente la metà dei metri quadrati di velatura disponibile; in questo caso per la Legge è considerata barca a motore dotata di velatura ausiliaria

MPS
ovvero Multi Purpose Sail, vela per le andature portanti concepita per la crociera; è realizzata in tessuto da spinnaker, da cui si differenzia per la asimmetria del taglio; l'MPS è infatti murato a prua come un fiocco (eventualmente con una corta borosa) e issato non ingarrocciato, col punto di scotta manovrato come uno spinnaker; può assumere anche altri nomi, a seconda della veleria che lo fabbrica

MURA
l'angolo di mura (detto anche bugna) è l'angolo anteriore in basso di una vela, sia essa randa o fiocco e viene fissato nel punto di mura: quest'ultimo si trova alla base dello strallo per le vele di prua e alla congiunzione tra albero e boma per la randa Nei moderni yachts la mura del fiocco e quella di randa si trovano entrambe lungo l'asse longitudinale della barca, per cui con i termini mura a dritta o mura a sinistra viene inteso che il vento colpisce rispettivamente il lato destro o quello sinistro dello scafo; cambiare di mura è quindi sinonimo di virare di bordo

MURARE
fissare l'angolo di mura della vela

MURATA
il fianco dello scafo

MUSONE
è la ferramenta che si trova a prua estrema e generalmente composta da un unico blocco con l'attacco per lo strallo e il passacatena dell'ancora

MYLAR
pellicola di poliestere utilizzata per confezionare vele per vento leggero: la sostituzione del tradizionale tessuto con una pellicola comporta l'ottenimento di una vela con un coefficiente di elasticità uguale lungo ogni direzione di sollecitazione, ovvero senza maggiore allungamento e deformazione nel senso della trama