Quiz Architettura Navale

Risposte

BASE n. 1098 - La carena si pu definire:

V

L'opera viva.

V

La parte sommersa.

F

La parte esterna.

.

Risposte

BASE n. 1099 - Come si chiama la parte sommersa dello scafo?

V

Opera viva.

F

Opera morta.

F

Giardinetto.

.

Risposte

BASE n. 1100 - Come si pu definire lo scafo di un'imbarcazione?

F

La parte principale dell'opera morta.

F

La parte principale dell'opera viva.

V

Tutta la struttura che costituisce il guscio dell'imbarcazione.

.

Risposte

BASE n. 1101 - Cosa indica la freccia nell'unita' rappresentata in figura?

V

Il giardinetto

F

Il mascone

F

La deriva

Risposte

BASE n. 1102 - A cosa servono le piastre di zinco fissate nella carena?

F

A rallentare la formazione di limo sulla carena

F

Ad evitare che si attacchino i denti di cane

V

Ad evitare corrosioni galvaniche

.

Risposte

BASE n. 1107 - Cosa sono gli agugliotti?

V

Elementi del timone.

F

Perni sui quali vengono fissati i remi.

F

Appoggi delle tavole costituenti il paiolato.

.

Risposte

BASE n. 1108 - Come si chiama il perno fissato sulla parte prodiera del timone, da infilare nella femminella sul dritto di poppa?

F

Cubia.

V

Agugliotto.

F

Femminella.

.

Risposte

BASE n. 1109 - Cos' la femminella?

F

Piccola apertura nella murata o nella tuga

V

Sostegno del timone sul dritto di poppa

F

Parte curva tra il dritto di prora e la chiglia

.

Risposte

BASE n. 1110 - A che serve il timone compensato?

F

Ad allontanare dall'asse di rotazione il punto di applicazione della risultante della pressione esercitata dall'acqua sulle pale.

F

Ad avere un timone pi robusto.

V

A ridurre la resistenza della pala alla rotazione.

.

Risposte

BASE n. 1111 - Nei vari tipi di timone di un'imbarcazione, abbiamo che:

F

il timone esterno fissato alla poppa a mezzo di cerniere dette frenelli

V

il timone con asse passante pu avere parte della pala a proravia dell'asse

F

il timone compensato quello con sistema di comando idraulico

.

Risposte

BASE n. 1112 - La superficie del timone, su cui agisce la pressione dell'acqua, si chiama:

F

spalla

V

pala

F

asse

.

Risposte

BASE n. 1346 - Si definisce astuccio:

V

il passaggio asse-elica attraverso lo scafo

F

la cassetta galleggiante porta attrezzi

F

La cassetta galleggiante di pronto soccorso medico

.

Risposte

BASE n. 1349 - Com' denominata la controtrave posta sopra la chiglia di un'imbarcazione?

F

Controchiglia

F

Madiere

V

Paramezzale

.

Risposte

BASE n. 1350 - Cosa sono le battagliole?

F

Aperture per il passaggio delle catene delle ncore

F

Aperture praticate in coperta

V

Ringhiere laterali

.

Risposte

BASE n. 1351 - In uno scafo, com' chiamata la struttura pi bassa sulla quale si collegano le costole?

V

Chiglia

F

Madiere

F

Baglio

.

Risposte

BASE n. 1352 - Cos' lo scalmo?

F

Perno fissato sulla parte prodiera del timone

V

Forcella o perno infissa sulla falchetta dove si appoggia il remo

F

Colonnina usata per dare volta alle cime

.

Risposte

BASE n. 1353 - Qual il fondamentale elemento di rinforzo longitudinale dello scafo?

V

La chiglia.

F

La serretta.

F

Il baglio.

.

Risposte

BASE n. 1354 - Qual l'ordinata maestra?

F

L'ordinata numero 1 della nave

V

L'ordinata corrispondente alla sezione maestra dello scafo

F

L'ordinata di maggiore spessore

.

Risposte

BASE n. 1356 - Come sono denominate le strutture trasversali che si incastrano nella chiglia di un'imbarcazione?

F

Torelli

V

Costole od ordinate

F

Serrette

.

Risposte

BASE n. 1357 - Com' denominata la controtrave di rinforzo posta sotto la chiglia di un'imbarcazione?

F

Paramezzale

V

Controchiglia

F

Serrette

.

Risposte

BASE n. 1358 - Qual il nome dell'elemento strutturale che prolunga la chiglia fino all'estrema prua?

F

Polena

V

Ruota di prua o dritto di prua

F

Bompresso

.

Risposte

BASE n. 1359 - In un tradizionale scafo di legno, la chiglia :

F

La struttura trasversale dell'unita'

F

Il ponte principale dell'unita'

V

La struttura longitudinale che va da poppa a prua

.

Risposte

BASE n. 1360 - In un'imbarcazione, dove si trova la sentina?

V

Tra il pagliolo e il fondo dello scafo

F

Al di sotto di ogni ponte longitudinale

F

Adiacente al bompresso

.

Risposte

BASE n. 1361 - Cosa indica la freccia nell'unita' rappresentata in figura?

V

Il mascone

F

Il dritto di prua

F

Il giardinetto

Risposte

BASE n. 1362 - Cos' lo scafo?

F

La parte emersa di un'imbarcazione

F

La parte principale dell'opera viva

V

Il guscio costituito dall'opera viva e dall'opera morta dell'imbarcazione.

.

Risposte

BASE n. 1363 - Come si chiama la parte strutturale della poppa, alla quale pu essere incardinato il timone?

V

Dritto di poppa.

F

Paramezzale di poppa.

F

Dritto di prua.

.

Risposte

BASE n. 1366 - Tra i vari componenti di uno scafo tradizionale, definiamo:

V

coperta: il ponte continuo pi elevato, che va da prua a poppa

V

pagliolo: il tavolato che copre la sentina

F

candeliere: l'asta verticale su cui poggia l'estremit dei bagli

.

Risposte

BASE n. 1367 - Tra i vari componenti di uno scafo tradizionale, definiamo:

F

trincarino: la protezione esterna dello scafo

F

giardinetto: la parte curva dello scafo vicino alla prua

V

boccaporto: l'apertura nel ponte di coperta per il passaggio all'interno di persone o cose

.

Risposte

BASE n. 1370 - Il giardinetto si trova:

F

tra la fiancata e la prua.

V

tra la fiancata e la poppa.

F

a prua.

.

Risposte

BASE n. 1371 - Il baglio :

F

una struttura verticale dello scafo.

V

una struttura trasversale dello scafo.

F

una struttura accessoria dello scafo.

.

Risposte

BASE n. 1372 - Cos' il pulpito?

V

Parte rigida di sostegno della battagliola, a prora ed a poppa

F

Parte flessibile a sostegno della battagliola

F

Sostegno del timone sul dritto di poppa

.

Risposte

BASE n. 1373 - A quali elementi fissato il fasciame esterno dello scafo?

V

Alle costole

F

Ai bagli

F

Al paramezzale

.

Risposte

BASE n. 1376 - Com' chiamata la linea che separa l'opera viva dall'opera morta?

F

Linea di insellatura

V

Linea di galleggiamento

F

Linea di bordo libero

.

Risposte

BASE n. 1377 - Quali elementi suddividono lo scafo in senso trasversale?

V

Le paratie.

F

I boccaporti.

F

Gli osteriggi.

.

Risposte

BASE n. 1380 - Quale parte di un'imbarcazione la sentina?

F

Lo spazio compreso tra la dritta e la sinistra dell'unita'

F

Lo spazio compreso tra la poppa e la prima paratia

V

Lo spazio compreso tra il fondo dello scafo ed il pagliolo

.

Risposte

BASE n. 1381 - Cos' il fasciame di un'imbarcazione?

F

L'involucro interno dello scafo

F

Il rinforzo delle zona estrema prodiera e poppiera

V

Il rivestimento esterno impermeabile dello scafo

.

Risposte

BASE n. 1382 - Cos' l'ombrinale?

F

Il foro sulla prua, attraverso il quale passa la catena dell'ncora

V

Un foro per lo scolo dell'acqua

F

Piccola apertura nello scalmo

.

Risposte

BASE n. 1384 - Come si chiama la superficie che chiude lo scafo di poppa?

V

Specchio di poppa.

F

Mascone.

F

Giardinetto.

.

Risposte

BASE n. 1387 - Da cos' chiusa la sentina?

F

Dal boccaporto

F

Dalla tuga

V

Dal pagliolato

.

Risposte

BASE n. 1388 - Come sono chiamate le strutture verticali, che suddividono internamente lo scafo?

F

Pagliolato

V

Paratie

F

Murate

.

Risposte

BASE n. 1389 - Com' chiamato il parapetto in legno, ferro o vetroresina che si innalza al di sopra del ponte di coperta, prolungando le murate?

F

Montante o mastra

F

Barcarizzo o battente

V

Impavesata

.

Risposte

BASE n. 1390 - Come si chiamano gli elementi verticali della battagliola?

V

Candelieri

F

Draglie

F

Tarozzi

.

Risposte

BASE n. 1393 - Tra i vari componenti di uno scafo tradizionale, definiamo:

F

bagnasciuga: la parte dell'opera viva che rimane sempre in acqua

V

fasciame: il rivestimento esterno dello scafo

V

paramezzale: la trave sovrapposta alla chiglia, che collega i madieri

.

Risposte

BASE n. 1394 - Tra i vari componenti di uno scafo tradizionale, definiamo:

V

battagliola: il parapetto di sicurezza che corre intorno allo scafo, formato da cavi

F

obl: un'apertura per lo scolo dell'acqua

V

ponte: la superficie orizzontale che divide lo scafo in altezza

.

Risposte

BASE n. 1397 - Le strutture che dividono lo scafo in senso orizzontale sono:

F

le paratie.

V

i ponti.

F

i ponti e le paratie.

.

Risposte

BASE n. 1400 - Tra i vari componenti di uno scafo tradizionale, definiamo:

V

bordo libero: l'altezza del ponte di coperta sul livello del mare

V

draglia: il cavo orizzontale di protezione che corre intorno alla coperta

V

serretta: l'elemento longitudinale dell'ossatura, fissata internamente sulle ordinate

.

Risposte

BASE n. 1402 - I boccaporti ed i passauomo sono:

V

aperture per scendere sottocoperta

F

boe di segnalazione per entrare in porto

F

fori sul fianco della nave

.

Risposte

BASE n. 1403 - Gli ombrinali sono:

F

la parte in ombra delle vele.

V

fori per lo scarico dell'acqua.

F

i supporti per legare le gomene.

.

Risposte

BASE n. 1404 - Le barre di zinco poste sotto lo scafo servono:

V

ad evitare le corrosioni galvaniche.

F

ad impedire che l'acqua filtri all'interno dello scafo.

F

ad aumentare la zavorra.

.

Risposte

BASE n. 1406 - La battagliola:

F

l'insieme delle sartie e degli stralli.

F

l'insieme delle draglie e degli stralli.

V

l'insieme delle draglie e dei candelieri.

.

Risposte

BASE n. 1418 - Come si chiama il movimento di oscillazione attorno all'asse longitudinale dello scafo?

V

Rollio.

F

Beccheggio.

F

Appoppata.

.

Risposte

BASE n. 1421 - Come si chiama il movimento di oscillazione attorno all'asse trasversale dello scafo?

V

Beccheggio.

F

Rollio.

F

Sbandamento.

.

Risposte

BASE n. 1422 - Delle caratteristiche nautiche dei principali tipi di scafo, possiamo dire che:

F

Gli scafi a carena tonda sono i cosiddetti scafi plananti.

V

Gli scafi dislocanti offrono le migliori doti di stabilita'.

F

Gli scafi con carena a V offrono scarse doti di velocita'.

.

Risposte

BASE n. 1423 - Delle caratteristiche nautiche dei principali tipi di scafo, possiamo affermare che:

V

Gli scafi con carena a V permettono di planare.

V

Gli scafi dislocanti non sono adatti ad alte velocita'.

V

Gli scafi dislocanti sono i pi adatti alla navigazione in acque agitate.

.

Risposte

BASE n. 1424 - Delle caratteristiche nautiche dei principali tipi di scafo, possiamo affermare che:

V

Gli scafi a carena piatta sono i meno adatti alla navigazione in acque agitate.

V

Gli scafi dislocanti viaggiano sempre immersi nell'acqua.

F

Gli scafi plananti subiscono pochissimo l'effetto di scarroccio dovuto al vento.

.

Risposte

BASE n. 1428 - Come si chiama il movimento di oscillazione attorno all'asse longitudinale dello scafo?

F

Scarroccio

F

Appoppata

F

Beccheggio

.

Risposte

BASE n. 1437 - Cosa succede allo scafo quando il baricentro G cade al di sopra del metacentro M?

F

Aumenta la stabilita' dello scafo

V

Diminuisce la stabilita' dello scafo.

V

Lo scafo perde stabilita' e potrebbe capovolgersi

.

Risposte

BASE n. 1438 - Se uno scafo subisce uno sbandamento, il centro di spinta rimane immobile o si sposta? E se si sposta, in quale direzione?

F

No, se il carico non si sposta, anche il centro di spinta rimane immobile

F

S, il centro di spinta si sposta verso il lato dello scafo che si sta sollevando

V

S, il centro di spinta si sposta verso la zona dello scafo con maggior volume immerso

.

Risposte

BASE n. 1445 - Quale forza relativa all'equilibrio di uno scafo si considera applicata al baricentro e quali sono la sua direzione ed il suo verso?

F

Il peso dello scafo; la direzione sempre perpendicolare ai ponti e diretta verso il basso

F

Il peso dello scafo; la direzione sempre perpendicolare al profilo delle onde e diretta verso il basso

V

Il peso dello scafo; la direzione sempre verticale e diretta verso il basso

.

Risposte

BASE n. 1448 - Quale forza relativa all'equilibrio di uno scafo si considera applicata al centro di spinta e quali sono la sua direzione ed il suo verso?

F

La spinta di galleggiamento; sempre perpendicolare ai ponti e diretta verso l'alto

V

La spinta di galleggiamento; sempre verticale e diretta verso l'alto

F

La spinta di galleggiamento; sempre perpendicolare al profilo delle onde e diretta verso l'alto

.

Risposte

BASE n. 1450 - Se uno scafo assume una posizione sbandata a causa di un carico mobile, cosa si deve fare per raddrizzarlo?

F

Controbilanciare lo sbandamento ponendo altri pesi sul lato opposto.

V

Riportare il carico mobile nella sua posizione originale e rizzarlo adeguatamente.

F

Spostare il carico mobile nella posizione opposta a quella dove ha causato lo sbandamento e rizzarlo adeguatamente.

.

Risposte

BASE n. 1453 - Tra uno scafo stretto e profondo ed uno largo e piatto, quale dei due ha una maggiore stabilita' di forma?

F

Quello stretto e profondo.

V

Quello largo e piatto.

F

Quello con maggior pescaggio.

.

Risposte

BASE n. 1454 - Quando un timone si definisce ordinario?

V

Quando tutta la superficie della pala si trova a poppavia dell'asse del timone.

F

Quando tutta la superficie della pala non ha un profilo idrodinamico.

F

Quando la pala viene azionata con la barra invece che con la ruota.

.

Risposte

BASE n. 1455 - Che cos' un timone compensato?

F

Un timone i cui effetti evolutivi sono compensati da quelli dell'elica

F

Un timone di rispetto

V

Un timone che presenta una parte della pala a pruavia dell'asse

.

Risposte

BASE n. 1456 - Quando un timone si definisce compensato?

F

Quando la pala costruita in legno compensato marino.

F

Quando il movimento della pala viene demoltiplicato per ridurre lo sforzo sulla ruota.

V

Quando parte della superficie della pala si estende anche a pruavia dell'asse del timone per tutta l'altezza della pala.

.

Risposte

BASE n. 1457 - Come si chiama l'elemento verticale di poppa, dove sono fissate le femminelle che alloggiano gli agugliotti del timone?

F

Paramezzale di poppa

V

Dritto di poppa

F

Travicella di poppa

.

Risposte

BASE n. 1458 - Quando un timone si definisce semicompensato?

V

Quando parte della superficie della pala si estende anche a pruavia dell'asse del timone per un'ampiezza inferiore a quella della pala.

F

Quando la pala costruita in legno compensato marino e in fibra di vetro.

F

Quando la superficie della pala si estende tutta a poppavia dell'asse del timone.

.

Risposte

BASE n. 1459 - Com' chiamato l'insieme degli organi con i quali si trasmette il movimento al timone?

F

Patto d'oca

V

Agghiaccio

F

Arridatoio

.

Risposte

BASE n. 1460 - Il timone compensato:

F

di legno compensato marino

V

agevola lo sforzo del timoniere sulla barra

F

mantiene la rotta sempre uguale

.

Risposte

BASE n. 1461 - Tra i vari componenti di uno scafo tradizionale, definiamo:

F

sentine: i ripostigli sottocoperta

V

agugliotti: i sostegni del timone sul dritto di poppa

V

mascone: la parte laterale dello scafo prima della prua

.

Risposte

BASE n. 1462 - Tra i vari componenti di uno scafo tradizionale, definiamo:

F

gavone: contenitore che serve per sgottare

V

draglia: il cavo orizzontale di protezione che corre intorno alla coperta

V

barra: la leva applicata alla testa del timone

.

Risposte

BASE n. 1466 - Se uno scafo subisce uno sbandamento, il centro di spinta rimane immobile o si sposta? E se si sposta, in quale direzione?

F

No, se il carico non si sposta, anche il centro di spinta rimane immobile

F

Si, il centro di spinta si sposta verso il lato dello scafo che si sta sollevando

V

Si, il centro di spinta si sposta verso la zona dello scafo con maggior volume immerso

.

Risposte

BASE n. 1484 - Se uno scafo il cui carico stato perfettamente rizzato subisce uno sbandamento, il baricentro rimane immobile o si sposta? E se si sposta, in quale direzione?

V

No: se il carico non si sposta, anche il baricentro rimane immobile

F

S: si sposta verso il lato dello sbandamento dello scafo

F

S: si sposta verso il lato opposto allo sbandamento dello scafo

.

Risposte

BASE n. 1485 - Al diminuire del peso dello scafo, come variano il volume di carena e la riserva di galleggiabilita'?

F

aumentano sia il volume di carena che la riserva di galleggiabilita'

F

aumenta il volume di carena mentre la riserva di galleggiabilita' rimane costante

V

diminuisce il volume di carena mentre aumenta la riserva di galleggiabilita'

.